Skip Ribbon Commands
Skip to main content
Tranter Plate Heat Exchanger footprint compared to shell & tube
Gli scambiatori di calore a piastre guarniti occupano soltanto una frazione dello spazio richiesto dalle unità a mantello e fascio tubiero e sono molto più leggeri in quanto a peso.




Tranter Plate Heat Exchangers in district cooling
Questi enormi scambiatori di calore a piastre sono due dei sette installati in una struttura di teleraffreddamento della città di Stoccolma, impianto che impiega l'acqua di mare come fonte di raffreddamento.

Scambiatori di calore a piastre

Quando considerare


Sono molte le situazioni per cui uno scambiatore di calore a piastre può rivelarsi come la soluzione migliore, dal punto di vista tecnico ed economico, se comparato ad uno scambiatore a e fascio tubiero. Nel caso in cui le temperature e pressioni operative non superino i 180 °C (356 °F) o 27,5 Bar (400 psi), uno scambiatore di calore a piastre merita di essere considerato, in special modo se vi è la necessità di:

Un maggiore scambio termico, se si sta valutando un'espansione nell'ambito di un ingombro ridotto...

  • Lo scambiatore di calore più compatto esistente sul mercato...

  • La più economica soluzione di scambiatore di calore disponibile...

  • Un materiale di lega di alto tenore per la resistenza alla corrosione...

  • La conservazione dell'energia ed il ricupero di calore da un vapore refluo di basso livello...

  • Una lunga attività termica o una soluzione per differenze minime di temperatura.

Soprattutto se non siete del tutto sicuri a proposito del carico di calore, oppure se prevedete una necessità a venire di un maggiore scambio termico di calore, uno scambiatore di calore a piastre, flessibile e modulare, salvaguarderà il vostro prezioso capitale oggi e certamente quello di domani.

Tranter Plate Heat Exchangers as cooling loop isolation exchangers


Se il carico di calore fosse incerto o ampiamente variabile, gli scambiatori di calore offrono una soluzione flessibile ed economica.​