Skip Ribbon Commands
Skip to main content
Tranter Shell & Plate Plate Heat Exchanger compressor oil cooler case history
Descrizione di un caso di uno scambiatore di calore a mantello e piastre Tranter impiegato per la protezione delle qualità lubrificanti dell'olio del compressore. 

Scarica il file .pdf

 

Tranter Shell & Plate Plate Heat Exchanger compressor intercooler article

Articolo sugli scambiatori di calore a mantello e piastre, che migliorano le operazioni dell'interscambiatore del compressore. Scarica il file .pdf

Economia sul volume del lubrificante sintetico ed eliminazione dei tempi di indisponibilità nelle applicazioni a risultato critico del compressore 

Un costruttore dell'Oklahoma di sistemi di compressione di gas naturale confezionato impiegava scambiatori di calore a piastre e telaio, guarniti, come raffreddatori dell'olio del compressore. Nonostante le pressioni e temperature rientrassero nei limiti di progettazione, il costruttore aveva constatato avarie a livello delle guarnizioni e perdite dal lato dell'olio degli scambiatori, indipendentemente dalla loro marca di fabbricazione. Doveva essere trovata una soluzione a livello dello scambiatore di calore, dato che delle unità a mantello e fascio tubiero sarebbero state troppo grandi e pesanti per l'ingombro ammissibile dallo skid. 

La soluzione proposta da Tranter consisteva in uno scambiatore di calore a mantello e piastre, senza guarnizioni foriere di problemi. Data l'elevata efficienza dello scambio di calore, lo scambiatore richiede ora soltanto il 30–50% dello spazio e offre un peso inferiore del 70%, se comparato agli scambiatori equivalenti a mantello e fascio tubiero, comportando:

  • Una minor quantità di acciaio e un prezzo d'acquisto inferiore

  • Tempi di conduzione più brevi

  • Consegna meno costosa​

  • Scambio di calore più rapido, con un volume fluido dei lubrificanti sintetici del 63% meno costoso

Per applicazioni dal risultato critico, anche nel caso in cui la tecnologia a piastre e telaio soddisfi i requisiti, lo scambiatore di calore a mantello e piastre Tranter può rappresentare una soluzione dettata dal buon senso, dato che offre una misura supplementare di affidabilità.

Scarica la descrizione completa del caso qui.

Miglioramento delle operazioni di raffreddamento interstadio e della durata della compressione multistadio del gas  

Gli scambiatori di calore a mantello e piastre Tranter stanno migliorando le prestazioni in confronto ai convenzionali scambiatori di calore a piastre saldate a forma scatolata e agli scambiatori a mantello e fascio tubiero, quali raffreddatori interstadio per la compressione multistadio del gas: 

  • Nessuna saldatura di angolo, come quelle che si trovano negli scambiatori di calore a piastre saldate e scatolate

  • Capacità di resistere a picchi di pressione oltre che alla fatica termica e pressoria

  • Risparmi di spazio, peso e costi rispetto agli scambiatori a fascio tubiero

  • Il flusso turbolento, anche a basse velocità, resiste meglio alle incrostazioni e alle scorie, rispetto al flusso laminare presente negli scambiatori di calore a fascio tubiero

  • Interventi di manutenzione agevolati, con l'opzione di un nocciolo asportabile, che consente una pulizia meccanica dell'unità

  • Controllo preciso della temperatura di aspirazione del compressore e miglioramento dell'efficienza globale della compressione

  • Volume ridotto di lubrificanti costosi


Tranter Shell & Plate Plate Heat Exchanger on a gas compressor skid
Uno scambiatore di calore a mantello e piastre Tranter ha risolto i problemi di un arresto automatico, associati ad una perdita a livello delle guarnizioni del raffreddatore dell'olio lubrificante del compressore sugli skid di compressione del gas a distanza e senza intervento umano.​